Autori

Antonino Pintacuda
foto di Paolo castronovoNato a Palermo nel 1982,vive e lavora a Milano dove fa il giornalista e il macchiafogli. Nel 2001 ha fondato la rivista BombaSicilia (2001-2008). Ha ancora un blog e cinguetta volentieri di meravigliose idiozie su twitter. Ha creato Pupi di Zuccaro nel 2009, da allora coordina il lavoro della redazione in tandem con Marco Bisanti [qui i suoi articoli]

Marco Bisanti
Dal 1981 miete una laurea del primitivo ordinamento in semiotica della letteratura; un paio d’anni a scrivere per La Sicilia e un pirandelliano tesserino di giornalista professionista; vari e non conclusi anni di teatro per ragazzi a suonare e muovere burattini; un progetto di digitalizzazione bibliotecaria alla Sapienza, rime sparse in più antologie, un blog esagerato e l’odierna attività di consulente editoriale, insegnante e traduttore dall’inglese. Adora religiosamente i classici e la poesia[qui i suoi articoli]

Alessandro Buttitta
Alessandro ButtittaNato per caso in quel di Milano in un freddo dicembre del 1987 ma bagherese al 100%, adora la pizza (residuo di pomeriggi interi a guardare le Tartarughe Ninja), i cavalieri della triste figura e le serie tv. Laureato in Lettere Moderne e Filologia moderna e Italianistica, ha fatto l’Erasmus in Polonia. È giornalista pubblicista, fondatore di Ed è subito serial, analista su TvTalk (Rai 3), collabora con diversi blog e testate e attualmente lavora nella redazione di Rai 4.  [qui i suoi articoli]

Andrea Tuttoilmondo
Folle. Sopravvissuto i primi 32 anni riuscendo a destreggiarsi magistralmente tra sfiga e fortuna, un pizzico di perseveranza lo ha aiutato a non mollare mai, sia nella vita che nel lavoro. Autore di Pupozaè corrispondente dalla Sicilia per un’agenzia di stampa, ma il progetto di aprire il peggior bar di Caracas, dove poter servire il miglior rum, resta la sua principale aspirazione. Il suo miglior pregio: dire sempre con ironia tutto ciò che pensa. Il suo peggior difetto: dire sempre con ironia tutto ciò che pensa. Spesso introvabile, per parlargli sarà sufficiente telefonargli ai numeri di ieri, ma soltanto tra vent’anni. [qui i suoi articoli]

Collaboratori

Silvia Balacco, Paolo Castronovo, Nino Fricano, Federico Penza, Marco Viviani