Biglietto lasciato prima di non andare via

by

Se non dovessi tornare,
sappiate che non sono mai
partito.

Il mio viaggiare
è stato tutto un restare
qua, dove non fui mai.

Giorgio Caproni (Stringendo da “Il franco cacciatore”, 1973-1982)

Persona o luogo che sia, quando parti ti dividi in due. Rimani un po’ nel posto che hai lasciato, di cui a volte negheresti persino l’esistenza quando ormai sei lontano. Magari è il tipico posto fuori dal mondo, quello delle “parentesi di vita”; magari è un posto importante che non rivedrai più. Persona o luogo che sia, la nostra privata isola che non c’è. Ma chi è che non esiste più? Noi che andiamo o quello che lasciamo? Il nostro spirito resta nelle persone e nei luoghi che ci portiamo dietro quando ormai non esisteremmo più senza. Sappiamo abitare e siamo abitati da posti che amore tiene insieme. (Marco Bisanti)

< La Metafora viva!

< 2. (A. Ripellino)Lode della cattiva considerazione di sé (Wislawa Szymborska)>

 

Dal 1981 racimola una laurea del primitivo ordinamento con tesi in semiotica della letteratura sul tempo nei racconti di Borges; un paio d’anni a scrivere per La Sicilia e un pirandelliano tesserino da giornalista professionista; diversi e non conclusi anni di teatro per ragazzi a muovere e suonare per i burattini; un progetto di digitalizzazione bibliotecaria alla Sapienza, qualche poesia sparsa in varie antologie e l’attuale attività di traduttore e lettore. Adora religiosamente i classici e la poesia.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Latest from Metafora viva

Placeholder

Gelsi

Hai fatto questo semplice gesto con la mano: l’hai sollevata fino al
Placeholder

Lavandare

Nel campo mezzo grigio e mezzo nero resta un aratro senza buoi
Go to Top