Dove vivo adesso

by

Dove vivo adesso
c’è un gran fiume,
la gabbia col leone,
il bar della stazione,
l’insonne dittatore,
il nido della chiesa,
le ville a perdifiato,
il cinema del paese,
le strade con i sassi,
i millenni sotterrati,
il rom e il fascista,
i tuguri e i palazzi,
le solitudini capitali,
il sentore di riuscita,
il mondo che fa gita,
i tramonti inumiditi,
le distanze coercitive,
la non appartenenza,
l’eterna decadenza
e questa lista aperta
che spero focalizzi
l’incognita di amor
che abito a rovescio.

(Marco Bisanti)

Dal 1981 racimola una laurea del primitivo ordinamento con tesi in semiotica della letteratura sul tempo nei racconti di Borges; un paio d’anni a scrivere per La Sicilia e un pirandelliano tesserino da giornalista professionista; diversi e non conclusi anni di teatro per ragazzi a muovere e suonare per i burattini; un progetto di digitalizzazione bibliotecaria alla Sapienza, qualche poesia sparsa in varie antologie e l’attuale attività di traduttore e lettore. Adora religiosamente i classici e la poesia.

2 Comments

  1. Grazie! Immaginavo potesse piacerti la musica della rima nata, guarda caso, spontanea fra righe che parlano di due aspetti felici.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Latest from Creazioni

Placeholder

Millemilano

Milano, questa città fatta di tante città, ti conquista giorno dopo giorno.
Go to Top