Vista di profilo

by

Mi manchi, mi manca il tuo profilo,
non poter digitare le iniziali del tuo nome
e poi cliccare sulla tua miniatura
per andare a vedere l’ultima volta
che hai lasciato un segno,
cosa hai fatto negli ultimi minuti,
nelle ultime ore, ieri addirittura,
gli ultimi test a cui ti sei sottoposta,
tipo “per quale motivo sei nato”,
i tuoi ultimi pensieri e i tuoi aforismi,
le foto nuove e i tuoi commenti agli amici
o i giochi e i video che posti in bacheca
per sapere cosa ti frulla in testa,
e le notizie che leggi sui giornali
per informarti o le campagne
da condividere e diffondere
che dividono facilmente la realtà
in due fette di una torta bianca e nera.
Sì, mi piaci e mi manca il tuo profilo
ora che ti ho davanti.
Scusami, devo andare.

(Marco Bisanti)

Dal 1981 racimola una laurea del primitivo ordinamento con tesi in semiotica della letteratura sul tempo nei racconti di Borges; un paio d’anni a scrivere per La Sicilia e un pirandelliano tesserino da giornalista professionista; diversi e non conclusi anni di teatro per ragazzi a muovere e suonare per i burattini; un progetto di digitalizzazione bibliotecaria alla Sapienza, qualche poesia sparsa in varie antologie e l’attuale attività di traduttore e lettore. Adora religiosamente i classici e la poesia.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Latest from Creazioni

Placeholder

Millemilano

Milano, questa città fatta di tante città, ti conquista giorno dopo giorno.
Go to Top