Esilio/asilo. L’immigrazione in Sicilia, tra la “difesa” e un confronto più aperto

by

Lunedì 3 maggio, alle ore 16,30 presso l’Aula Seminari della Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo, verrà presentato Esilio/asilo. Donne migranti e richiedenti asilo in Sicilia, edito da :duepunti edizioni.  Interverranno Vincenzo Guarrasi (Preside Facoltà di Lettere), la curatrice  del libro Clelia Bartoli, Giuseppe Burgio e Marco Pirrone (autori insieme a Jeffrey E. Cole, Maurizio Molina, Laura Saladino e Fulvio Vassallo Paleologo).

Dalla nota:

Il racconto di uomini e donne che vivono il loro esilio nella nostra terra

Il fenomeno migratorio è al centro di molte polemiche e strumentalizzazioni, ma anche di studi di natura statistica e antropologica che spesso non riescono a mettere a fuoco una delle componenti culturali ed economiche di maggior peso per l’interpretazione della complessa realtà italiana: la disomogeneità tra Nord e Sud. A fronte di una corposa letteratura sull’argomento sono pochissimi i testi che approfondiscono l’immigrazione nel Meridione, e che hanno saputo restituire una fotografia dello stato dell’etnicizzazione delle problematiche reali. Il presente volume colma almeno in parte questo vuoto, proponendo saggi e storie di vita di emigranti in Sicilia. Vengono analizzati casi emblematici e attualissimi (dalla prostituzione nigeriana, alla vendita dell’intimità delle badanti dell’Est), accostando all’approccio scientifico il ricorso allo sguardo di osservatori locali che dall’incontro con l’altro, con lo straniero, rilevano sia i meccanismi di “difesa” sia l’esigenza di aprirsi ad un confronto più maturo. Due sono le figure chiave di quest’indagine sul Meridione degli immigrati: la donna che oltre alla condizione di esule spesso racconta anche storie di emarginazione culturale e i “richiedenti asilo” internazionale, che rimandano a irrisolte questioni di diritto internazionale e diritti umani negati.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Go to Top