Lankelot contro i social network

by

“Credo che Internet sia una grande speranza di perfezionamento per lo studio, la ricerca, l’informazione: un’informazione libraria più completa, capillare e democratica, interattiva e critica, è il viatico a una rivoluzione culturale.
Smarrire intelligenze e idee per colpa della concorrenza di webzine e blog letterari di qualità mi sta bene. Smarrirle per colpa del cazzeggio colorato di facebook e myspace mi ferisce e mi irrita a morte. Non recedo dalla mia posizione e invito tutti al confronto su queste tematiche.
Lunga vita al Web di progetto, e alla piccola e media editoria di qualità, alla ricerca e al confronto autentico”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Latest from Parole

Come un segnalibro

Dal primo marzo non mi occupo più dei libri Laurana e Novecento.

Il veleno nero

L'orrore del fascismo e l'uso volgare, ignorante e scriteriato, che ne fa
Go to Top