Marco e il Re

Marco Candida in un altro paese sarebbe già ricco e famoso. In testa gli scoppiano come chicchi di granturco idee geniali che ora riesce a legare ancora meglio nel sito che s’è inventato. E nella dimensione che gli è più congeniale: il racconto. Leggete l’ultima sua creatura.

“Mi vieni a dire che non sono maturo perche’ mi piace ancora Stephen King! Maturo! Sono le condizioni oggettive che mi rendono cosi’ come sono. Mi piace ancora l’horror, si’, e allora? Non ho un lavoro. Non ho soldi. COME CAZZO FACCIO A ESSERE UN UOMO? Credi che sarei piu’ maturo se leggessi saggi di politica, economia o libroni importanti? Ho passato l’esistenza a prepararmi e cosa ho avuto in cambio? COSA?!” “I don’t know what are you talking about.[…] “Hai ragione, Nancy. Hai ragione” “Turn the steering wheel now and let’s go home” “No, andiamo avanti. Stephen King ci aspetta”

Un pensiero riguardo “Marco e il Re”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *