Il bollettino dei Moai, aperiodico di cultura varia

by

È on line il numero zero del bollettino dei Moai, Magazine aperiodico di cultura varia per condividere i piaceri: Leggere, Scrivere, Vedere Film, Ascoltare Musica, Pensare.

leggere news su un sito non è la stessa cosa, almeno non per noi che eravamo abituati ai supplementi culturali dei giornali (ora estinti). Oggi magari molte rivivono su facebook o su altri social network. Ma noi siamo dei nostalgici, e quelle riviste stampate in A4 ci mancano! Così, visto che anche bombasicilia rinasce (www.pupidizuccaro.com) abbiamo pensato che i tempi per un nuovo contenitore culturale fossero maturi. E da questa riflessione nasce il BOLLETTINO dei MOAI.
Una rivista che fa da Agitatore Culturale, in cui fermare e diffondere i propri pensieri, idee, su tutto ciò che ci piace (racconti, libri, film, musica, giochi, internet e quant’altro).
Nella vita siamo sempre lì a correre, come formiche impazzite che neanche più sanno cosa fare. Noi vorremmo fermarci e pensare. Riflettere su un libro che ci ha fatto sognare, discutere sulla tematica di quel film, ascoltare e riascoltare quella musica che sembra dirci qualcosa. E qui, sul BOLLETTINO dei MOAI è dove condivideremo quelle impressioni, quelle emozioni, quelle sensazioni! Con i nostri amici, con quelli che come noi hanno voglia di conoscere, scoprire, sempre!
Gli inviti sono stati fatti, chi vuole imbarcarsi in questa avventura con

«Leggere news su un sito non è la stessa cosa, almeno non per noi che eravamo abituati ai supplementi culturali dei giornali (ora estinti). Oggi magari molte rivivono su facebook o su altri social network. Ma noi siamo dei nostalgici, e quelle riviste stampate in A4 ci mancano! …  Noi vorremmo fermarci e pensare. Riflettere su un libro che ci ha fatto sognare, discutere sulla tematica di quel film, ascoltare e riascoltare quella musica che sembra dirci qualcosa».

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Latest from Parole

Come un segnalibro

Dal primo marzo non mi occupo più dei libri Laurana e Novecento.

Il veleno nero

L'orrore del fascismo e l'uso volgare, ignorante e scriteriato, che ne fa
Go to Top