"Monteverde": una letteratura di carne, sangue e incendio

Il nuovo romanzo di Gianfranco “Lankelot” Franchi, pubblicato da Castelvecchi.

L’avevamo intervistato in occasione della pubblicazione di Disorder:

«La letteratura per me è carne e sangue, è tutta la mia vita. Dobbiamo combattere a oltranza e sognare una rivoluzione culturale. La massa non mi interessa e non mi interessa quella (larga) parte della nostra generazione rimasta uncinata al tubo catodico, a Feltrinelli, Stile Libero Einaudi e MTV. Cazzi loro.
Noi dobbiamo cambiare le cose, restituire centralità alle Arti e spiegare ai cittadini cosa significa cultura indipendente e nuova distribuzione delle opere d’arte. Noi dobbiamo denunciare i grandi gruppi editoriali e le influenze ideologiche e partitiche su certi gruppi editoriali. Noi dobbiamo spiegare che Mondadori e Feltrinelli taglieggiano legalmente la concorrenza, tra distribuzione e librerie. Noi dobbiamo sradicare e spargere sale sul passato. L’incendio l’hanno appiccato Dino Campana e Guido Morselli. Le loro esistenze pretendono giustizia. Dico che devono averla e che l’avranno. Da parte mia, avranno tutto il mio sangue, fino alla meta».

La scheda Castelvecchi

“Inseritore notturno” per un’agenzia di stampa, editore in proprio, giornalista freelance, stagista… Da bravo precario laureato, Guido Orsini, giovane intellettuale disoccupato, fa il suo ingresso nel mondo degli adulti, negli ingranaggi di un sistema in cui le forme dello sfruttamento hanno assunto contorni grotteschi. Ma a ben guardare è proprio tutta la realtà ad apparire deformata, erosa al suo interno. Qua e là qualche isola: gli amici, gli amori, le letture, la Roma, la musica, zone franche dove tirare un po’ di fiato. Eroico e patetico allo stesso tempo, Guido affronta i meccanismi rotti del nostro presente per comprenderli e smontarli: burocrazia, ingiustizie, disprezzo della bellezza, amori andati male, piccole catastrofi. Questo inguaribile bohémien ci conduce con ironia irresistibile nei meandri della sua vita e nelle strade di un quartiere romano dove un passato pagano e antichissimo si rivela in bagliori improvvisi. Letteratura pura al cento per cento.

La rassegna stampa su Monteverde


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *