Del terremoto, di morti e feriti, di share e peluche, di registi e principi e cuochi e premier tra le macerie, di lego e sabbia, di vignette e dentiere, in Abruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *